Anche la tela del Ferri era, quasi sicuramente, collocata nella chiesa di Sant'Agostino, oggi Duomo, in cui giÓ nel 1571 esisteva un "altare di Santa Maria del Soccorso" iuspatronato della famiglia Luzi.
Nel 1827 il secondo altare di destra "detto del Soccorso di giuspatronato di casa Baffi tutto dorato di legno", come oggi lo vediamo, accoglieva un "quadro grande" - che poteva essere proprio il nostro - destinato a scendere e a salire per scoprire e coprire la statua quattrocentesca della PietÓ, di stile nordico, sostituita nei primi decenni del Novecento dal Sacro Cuore ed ora nella Cappella dei Magi.
Rispetto all'iconografia consueta la tela del Ferri Ŕ una variante, infatti in essa la Vergine, assisa su nubi sorrette da angeli come su di un trono, non interviene con il bastone alzato contro il demonio, fa invece agire l'arcangelo Michele che sopraggiunge in volo e atterra con la lancia il serpente infernale, mentre il bimbo, salvo, ma ancora impaurito, cerca di raggiungere la madre implorante.
Nell'opera sono evidenti elementi cari all'artista: il volto, dolce e misericordioso della Vergine Ŕ ispirato, come altri, da esemplari maratteschi rivissuti, forse, attraverso Francesco Mancini, di cui il Ferri si ricorda anche nella madre inginocchiata.
Nell'atteggiamento aggraziatamente movimentato dell'arcangelo possono ravvisarsi reminiscenze lapisiane.
Nell'insieme, la Madonna del Soccorso Ŕ notevole nella produzione del Ferri per la sapienza cromatica, l'armonico movimento della composizione, l'insolita invenzione rivelante "un meditato studio teologico-biblico".

Marisa Baldelli

 

 

 

 

 

Il dipinto del Ferri presenta un'iconografia insolita della Madonna del Soccorso. Chi ne fosse a conoscenza riguardo ad altre opere può comunicarlo cliccando qui. Grazie.
 
Enti Promotori
Comunità Montana del Catria e Cesano
Provincia di Pesaro e Urbino
Comune di Pergola
Diocesi di Fano Fossombrone
Cagli Pergola
Direzione Scientifica
Maria Rosaria Valazzi
Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e Demoantropologico delle Marche
Urbino
Testo
Marisa Baldelli
Restauro e fotografie
Nino Pieri
Redazione
Claudio Giardini
Provincia di Pesaro e Urbino
Gianluca Cespuglio
Comunità Montana del Catria
e Cesano

Graziano Ilari
Associazione Angel Dal Foco o.n.l.u.s.

Patrocinio
Comune di Pergola

Sede espositiva
Duomo di Pergola
Deposito Temporaneo presso Museo dei Bronzi Dorati e della Città di Pergola

Informazioni
Tel. 0721.734090
Servizi web
Puntomedia snc